Il sondaggio, basato sulle risposte di un campione di 1000 persone, ha confermato le zanzare al primo posto (87% delle persone intervistate) tra gli insetti più odiati nel nostro paese, seguite da mosche (77%), formiche (72%), api (55%) e scarafaggi (33%).

Il 59% dei nostri connazionali dichiara infatti di odiare e provare rabbia nei confronti delle zanzare, mentre la stessa percentuale di individui le ritiene pericolose in relazione alle malattie che possono trasmettere (in questa classifica vengono dopo i ratti).

LEGGI ANCHE: Le malattie trasmesse dalle zanzare

Nonostante siano 7 su 10 (69%) le persone che affermano di controllare la pulizia di lenzuola e asciugamani  come prima cosa quando entrano in una camera d’albergo, solo la metà di esse (47%) tiene in considerazione anche la presenza di insetti durante questi controlli.

Per quanto riguarda le misure preventive contro gli insetti infestanti, dallo studio emerge che molti italiani adottano pratiche corrette, come ad esempio lo smaltimento immediato dei rifiuti (90%), l’utilizzo di repellenti per la pelle (70%) o l’uso di zanzariere (65%). Parallelamente a questo, però, emerge anche una scarsa conoscenza dei migliori rimedi, visto che tra le soluzioni maggiormente adottate solo 6 persone su 10 si affidano a pesticidi o insetticidi (62%), mentre quasi 1 su 2 (55%) sceglie piante e fiori repellenti.

LEGGI ANCHE: Le migliori piante antizanzare per il giardino e il balcone

Restando in tema, il 49% degli intervistati dichiara di ricorrere a candele profumate come ad esempio quelle alla citronella, della cui efficacia abbiamo già discusso qui, mentre solo il 20% delle persone ha dichiarato di rivolgersi ad un servizio professionale di disinfestazione.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *