Dopo aver pubblicato questo articolo, sono stati diversi i lettori che, attraverso i commenti su questa pagina o in maniera privata contattando la nostra pagina Facebook, ci hanno chiesto consiglio su come individuare un nido di zanzare dentro casa. L’idea che, nonostante le zanzariere e altri rimedi, una zanzara possa pungerci e deporre le uova in casa nostra, col rischio di ritrovarci ad allevare un centinaio di ingrate zanzare sotto il nostro stesso tetto, rappresenta uno dei pensieri più fastidiosi. D’altronde fare prevenzione antizanzare in casa potrebbe sembrare assurdo, eppure il rischio di ospitare un focolaio esiste, e sebbene sia statisticamente improbabile, non è da escludere a priori, specie durante periodo autunnale in cui i primi freddi spingono le zanzare a prepararsi allo svernamento e quindi a cercare ambienti più caldi e protetti dove trascorrere i mesi successivi (a questo proposito leggi anche l’articolo sulle zanzare in inverno). Vediamo allora dove guardare e cosa controllare alla ricerca di un ipotetico nido di zanzare in casa.

Iniziamo col dire, però, che “nido di zanzare” è un’espressione assolutamente impropria. Questo perché le femmine di zanzara adulte si limitano a deporre le uova, senza allevare le larve, che sono da subito autonome. Trattandosi di zanzare, è più appropriato il termine focolaio, che bene rappresenta il punto iniziale dove ha avuto luogo l’ovodeposizione.

Vasi e sottovasi

È il primo posto in cui guardare. Se avete visto una zanzara o peggio se vi ha punto, è quasi matematico che sarà in cerca di un posticino bello bagnato dove deporre le uova. Se ospitate piante in casa, ricordatevi di svuotare sistematicamente i sottovasi dall’acqua in eccesso, e se avete dei fiori messi in vasi pieni d’acqua, cambiatela spesso e proteggete l’ingresso con qualche centimetro di zanzariera. Se il vaso è trasparente, come spesso accade, controllate che nell’acqua non compaiano delle larve scodinzolanti che vanno su e giù, perché quelle sono al 100% larve di zanzara e presto saranno grandi abbastanza da spiccare il volo e attaccarvi. Se cambiate l’acqua dove avete visto le larve, non svuotatela nel lavandino o in bagno, perché il vostro problema diventerà sicuramente quello di qualcun altro. Usate l’acqua per innaffiare le piante o sversatela in giardino.

Video: Larve di zanzara tigre nel sottovaso

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Scarico del bagno

scarico del bagno focolaio di zanzare
Lo scarico del bagno, se aperto, rappresenta un luogo ideale dove deporre le uova di zanzara

Magari lo avete in alto e completamente scoperchiato, come molte altre persone, e vi arrampicate fin lassù solo quando qualcosa si guasta. Sappiate però che le zanzare non si faranno questi problemi e voleranno leggere fino alla riserva d’acqua continua della vostra casa. Lo scarico, infatti, assicura loro un punto perfetto per deporre le uova in casa vostra. E pazienza se al mattino, tirando lo sciacquone, doveste mandarle via chissà dove attraverso le fognature, perché la madre avrà compiuto la sua missione biologica e sarà pronta a ricominciare daccapo. Ovviamente non potete tenere lo scarico del bagno asciutto, l’unica soluzione diventa perciò mettere una retina o anche un sottovaso ribaltato per chiuderlo e impedire alle zanzare di accedervi.

Gabinetto

Si tratta di una situazione improbabile, ma in casi estremi ecco che possiamo vedere delle larve di zanzara “scodinzolare” nel piccolo specchio d’acqua in fondo alla tazza. Sarebbe facile sbarazzarsi di loro con un semplice colpo di sciacquone, ma così facendo finirebbero in un tombino o in un fiume dove potrebbero completare il ciclo vitale e, diventate adulte, pungere qualcun altro!

Video: Larve di zanzara nel water

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Secchio d’acqua per le pulizie

Le zanzare sfruttano ogni minima possibilità che offriamo loro a causa della nostra incuria e/o pigrizia. Non è insolito, purtroppo, che il secchio con l’acqua per le pulizie dei pavimenti resti abbandonato in balcone o anche in un angolo dell’abitazione per qualche giorno dopo le pulizie. Probabilmente, se oltre all’acqua e allo straccio c’è anche una discreta dose di detersivo per pavimenti o di candeggina, le zanzare non dovrebbero azzardarsi a deporre le uova nel secchio, ma non c’è motivo di correre il rischio e scoprire che invece ne sono capaci. Peggio ancora, potrebbe trattarsi dell’acqua quasi limpida del secondo o terzo risciacquo, e allora sarebbe l’ideale per un tranquillo focolaio.

Per le zanzare la vostra casa deve avere meno specchi d’acqua di quelli che si trovano nel deserto!

E se andiamo in vacanza?

Non dimentichiamoci infine che, soprattutto l’estate, è probabile che ci si assenti per andare in vacanza. Oltre alle valigie e ai biglietti dell’areo, però, prima di partire ripassiamo per bene la lista dei controlli per le zanzare, non vorremo mica ritrovarci uno sciame pronto a dissanguarci al ritorno, vero?

  • 2
    Shares

12 Responses

  • Salve, io ho sempre pensato che le zanzare avessero bisogno di uno “specchio d’acqua” per riprodursi nel senso che serve loro poca acqua stagnante come quella in un sottova so; mi pare invece di aver letto che possono riprodursi anche nell’acqua profonda, giusto? No, perché io tengo sempre un grande bidone per la raccolta dell’acqua piovana… Quindi inconsapevolmente coltivavo zanzare? Eppure a dire il vero non ho visto grandi invasioni. Vivo in un paesino abbastanza lontano dalla città così come da laghi e fiumi e probabilmente ci sono anche molti loro predatori, per fortuna.

    • Ciao Maurizio e grazie per averci scritto. Le zanzare depongono le uova e si riproducono laddove c’è uno specchio d’acqua adatto (per dimensioni e composizione microbiologica) allo sviluppo delle larve.

      Alcune specie, come ad esempio la zanzare tigre, si accontentano anche di piccolissimi ristagni (vedi i sottovasi) mentre altre zanzare preferiscono acqua in abbondanza (dipende da come depongono le uova, ad esempio le lo fanno singolarmente o “agganciate ad una membrana che funge da zattera di ancoraggio). In in generale, l’acqua profonda (purché stagnante) non le spaventa affatto, anzi offre più garanzie contro l’evaporazione estiva.

      Certamente, infine, in un sistema naturale e “aperto” (come può essere uno stagno o un fiumiciattolo) sia le zanzare adulte che le larve sono più esposte all’attacco dei predatori (puoi leggere a questo proposito l’articolo su quali sono gli animali che si nutrono di zanzare) mentre in un sistema chiuso come ad esempio un secchio abbandonato in un campo sarà per loro più facile svilupparsi e crescere al riparo dalle insidie dei predatori.

      PS: Siamo felici che nel tuo caso non ci siano state grandi invasioni. 🙂

  • Salve io ho un grosso problema nella mia abitazione soprattutto nella stanza da letto.di pomeriggio metto la piastrina e di conseguenza tengo la finestra chiusa e la porta chiusa pensando che è impossibile che entrano zanzare.di solito ne trovo qualcuno,ma ha due giorni che mi sveglio accendo la luce e trovo una trentina di zanzare tutte dentro la stanza. L unica ipotesi è il condizionatore? L infisso e tutto chiuso a tappo .Oppure boo !!!è un mistero .Non ci credo che 30 zanzare passino tutte e 30 da sotto le fessure di una porta.quindi vorrei capire questo passaggio segreto

    • Ciao Benedetto, grazie per averci scritto e scusa il ritardo nella risposta. Speriamo sinceramente che a distanza di tempo tu abbia risolto il problema e soprattutto svelato il mistero. Non abbiamo capito se, dopo il pomeriggio in cui la stanza resta chiusa con tanto di piastrina, la notte dormi con la porta aperta. Se è così potrebbe darsi che le zanzare arrivino in camera tua dal resto della casa. Il condizionatore resta un’ipotesi affascinante, ma improbabile: di certo se arrivano così numerose passando da lì le avresti notate.

  • Salve, prendetemi per pazza ma sono convinta che ci sia un focolaio in camera, dove però non c’è nulla con acqua, neanche una piantina.
    Mi chiedo come sia possibile avere zanzare ancora a novembre?
    Possibile si nasconda, il focolaio da qualche parte?

    • Ciao Gaia e grazie per averci scritto. Purtroppo le zanzare a novembre ci sono eccome. Quest’anno (purtroppo come negli ultimi anni) l’autunno è stato più caldo del solito, con temperature sopra la media, per cui le zanzare hanno solo rallentato il loro ciclo di sviluppo, ma le piogge hanno offerto loro tante opportunità per riprodursi.

      Se hai controllato bene, è davvero improbabile ti sia sfuggito un focolaio in camera. Più facile che diverse zanzare abbiano trovato riparo in camera cercando un po’ di calore. Falle fuori tutte con una racchetta elettrica (o con la cara vecchia ciabatta) e facci sapere! In bocca al lupo.

  • Salve, da circa una settimana mi trovo la casa invasa da zanzare e, soprattutto in camera da letto non riesco più a dormire perchè vengo punto. Ho acquistato una trappola x zanzare della Rowenta ma sembrerebbe che non faccia granchè. Aiutatemi con un consiglio, magari a chi mi devo rivolgere. Sono le 3 e sono ancora sveglia! Grazie

    • Buonasera Paola, purtroppo come vede dai commenti c’è più di qualche utente col suo stesso problema. Il guaio è che con i primi freddi le zanzare non muoiono mica, al massimo sono meno infestanti, il che purtroppo non significa che a livello locale non prendano letteralmente ancora d’assedio i nostri giardini e soprattutto le nostre case, dove trovano sangue per riprodursi e calore per sopravvivere meglio.

      Non abbiamo capito se la trappola per zanzare è del tipo che le cattura o le brucia con la corrente, ad ogni modo forse potrà trovare informazioni utili a questo link: https://www.zerozanzare.it/2447/guida-al-miglior-antizanzare-elettrico/

  • È possibile che le zanzare possono nidificare anche in luoghi asciutti? Siamo a Novembre e ho sempre la porta e la finestra chiusa, non ho oggetti contenenti acqua. Ogni sera ne uccido minimo 5, di notte poi è un Continua e la mattina ne trovo alla parete minimo 3. Sono esausto

    • Ciao Andrea, col termine “nidificare” intendiamo “adibire un luogo alla riproduzione della specie”, e questo per le zanzare può avvenire solo in presenza di acqua in cui deporre le uova.
      Questo però non esclude che un numero massiccio di zanzare abbia trovato riparo dal freddo in casa tua, o che ci siano dei punti dai quali continuano a penetrare nella tua abitazione. Ti suggeriamo un controllo più approfondito, facci sapere e in bocca al lupo!

  • Buongiorno, da un paio di settimane abbiamo l’appartamento invaso da zanzare, che pungono (bambina di 9 mesi sfigurata dalle punture). Abitiamo al terzo piano a Padova. Abbiamo piante in casa ma niente acque stagnanti.
    Le zanzare si trovano anche nella tromba delle scale.
    Il nostro amministratore ci ha liquidato dicendo che in inverno non vengono fatti interventi di disinfestazione e noi non sappiamo cosa fare. Oggi controllerò tutto il condominio per cercare acque ferme. Avete consigli eventualmente per cercare una tana dove magari si sono rifugiate? Grazie

    • Buongiorno Annamaria.

      Purtroppo quello che dice l’amministrazione in linea di massima è vero (gli interventi andrebbero però fatti bene negli altri periodi dell’anno per evitare il verificarsi di queste situazioni). Ad ogni modo, con la stagione invernale, il punto migliore dove cercare le zanzare che vogliono sopravvivere è un luogo umido e con temperature meno estreme, il che nei condomini significa andare a colpo (quasi) sicuro in cantina e nei garage.

      In questo caso troverete, come in casa e nelle scale, molti esemplari adulti (meno vitali del solito ma comunque in grado anche di pungere). Vi conviene posizionare delle trappole o ucciderne quante più potete con qualche racchetta elettrica. Non dimenticate infine di trattare (sia adesso che con la bella stagione) i tombini nelle vicinanze del vostro condominio con del larvicida (https://www.zerozanzare.it/prodotti/larvicida-anti-zanzare/), così da attenuare la presenza delle zanzare.

      Facci sapere come è andata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *