Dopo il caso di Dengue registrato a giugno, a Bologna va di nuovo in scena un’infezione da malattia trasmessa dalle zanzare. Questa volta si tratta di un caso di Chikungunya, rilevato la scorsa domenica nella città felsinea nella zona di via del Pratello, via Pietralata e via Sant’Isaia. Anche in questo caso, l’individuo affetto dal virus lo ha contratto all’estero, in una zona tropicale, e al ritorno in Italia ha manifestato sintomi come febbre alta e dolori muscolari. Ricordiamo che generalmente la Chikungunya non rappresenta una malattia pericolosa, perché i sintomi generalmente migliorano in pochi giorni, ma il timore è che le zanzare (soprattutto quelle del genere tigre) possano pungere l’ammalato e trasmettere il virus ad altre persone con le punture successive, dando il via al contagio.

Per questo motivo il Comune ha prontamente dato il via alle misure di profilassi, facendo scattare la disinfestazione nell’area intorno alla residenza dell’ammalato. L’intervento, iniziato nella giornata di ieri 31 luglio, proseguirà fino al 4 agosto. Nella nota il Comune chiede ai cittadini di chiudere le finestre durante la notte.

  • 1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *