Strumenti tecnologici che nemmeno guerre stellari, pur di combattere le zanzare ed evitare di venire punti o peggio contagiati da qualche malattia. Persino Bill Gates (che come sappiamo ha molto a cuore la lotta alle zanzare) ha finanziato la ricerca e lo sviluppo di quest’arma futuristica, che nel 2010 sollevò grande clamore in tutta la comunità scientifica e non solo, quando l’azienda di ricerca e innovazione Intellectual Ventures presentò la sua Photonic Fence alla TED Conference di Long Beach.

Video: come funziona il laser antizanzare

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Grazie al software del pc cui è collegata, l’arma è in grado di individuare le zanzare che attraversano una determinata area, seguire la loro traiettoria e incenerirle con un raggio laser, proprio come fanno i software militari dei caccia che agganciano gli aerei nemici prima di sparare il missile.

Quando un insetto invade lo spazio controllato da Photonic Fence, il software ne studia in pochi istanti le dimensioni e la frequenza con cui sbatte le ali, in modo da stabilire se si tratta di una zanzara. In questo modo, il laser può evitare di colpire insetti innocui come ad esempio mosche e farfalle. Il software è talmente sofisticato che è in grado di distinguere la zanzara femmina dalla zanzara maschio (vedi qui le differenze), perché in fondo sappiamo bene che sono solo le femmine a pungere. Se l’obiettivo è confermato, il software effettua l’ultimo controllo per assicurarsi che nessun altro ostacolo (un altro insetto, il vostro gatto, voi stessi…) si trovi lungo la traiettoria, e infine fulmina la zanzara. Vediamo con l’ausilio di questo video al rallentatore cosa accade alla zanzara quando viene investita dal raggio laser di Photonic Fence.

Video: Photonic Fence in azione

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

C’è chi parla addirittura di 100 zanzare uccise in un minuto, ma naturalmente speriamo che la situazione di casa vostra (o del vostro giardino) non sia così critica. Inoltre il laser fotonico potrebbe essere tarato su diverse caratteristiche fisiche dell’obiettivo e utilizzato in altri ambiti, come ad esempio nella protezione delle colture da un certo genere di parassiti. Si tratterebbe di un sistema costoso, ma amico dell’ambiente (non come i pesticidi).

Maggiori info sul progetto le trovate qui: http://www.intellectualventureslab.com/work/photonic-fence

Ma è davvero necessario un laser per tenere lontane le zanzare?

C’è chi storce il naso per un simile dispiegamento di forze contro degli insetti così piccoli (seppur potenzialmente pericolosi) come le zanzare. In fondo non c’è bisogno di vederla come un animalista o un vegano per ammettere che delle comode ed economiche zanzariere, assieme a qualche bomboletta di repellente spray, siano più che sufficienti ad assicurarci contro il rischio di punture. Forse per questo, per le questioni di sicurezza (usereste un laser in casa coi vostri bambini?), ma anche per via dei costi connessi, questo laser non è mai stato commercializzato, diventando col tempo una specie di arma leggendaria, al pari di Excalibur, la spada magica di Re Artù.

  • 21
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *