Il fenomeno delle “bat box” ha preso piede in Italia qualche anno fa, quando furono diffusi i risultati di alcune ricerche secondo cui i pipistrelli, mammiferi insettivori, erano in grado di mangiare oltre 1000 zanzare al giorno. Trattandosi di un rimedio assolutamente naturale, le casine per i pipistrelli hanno conosciuto da allora un vero e proprio boom di interesse, fatto di migliaia di prodotti venduti, encomi pubblici e video tutorial su come realizzare una bat box fai da te.

Il nemico del tuo nemico è tuo amico, e così i pipistrelli sono diventati tra i migliori amici delle tantissime persone che nel nostro Paese odiano a morte le zanzare. Peccato che in molti casi questo amore tra uomini e pipistrelli sia rimasto assolutamente platonico e non abbia portato i risultati attesi. Se infatti è facile rintracciare in rete numerosi filmati che mostrano come all’imbrunire decine di pipistrelli vanno e vengono in continuazione dalle loro casette di legno appositamente installate in luoghi riparati dalla luce e dai rumori, nella realtà dei fatti molti di quelli che hanno acquistato o realizzato da sé una bat box non sono riusciti a convincere questi diffidenti animali a trasferirsi nella dimora che avevano scelto proprio per loro.

Quando la Bat Box non funziona

Prima di esaminare i limiti di questa soluzione, il caso di fare una precisazione su ciò che intendiamo quando diciamo che la bat box non funziona. Molti semplicemente si riferiscono al primo step, e cioè al fatto che i pipistrelli snobbano la casetta.

Bat Box vuota

In questo caso i motivi potrebbero essere tanti e diversi. Voi perché non andreste a vivere in una specifica casa? Perché è lontana dai supermercati? Perché è fredda? Perché si bagna durante i temporali? Perché si trova vicino alla ferrovia ed è rumorosa? Provate a mettervi nei panni dei pipistrelli, e a tutto questo aggiungete il fatto che non sopportate la luce del sole (ma anche quelle artificiali, specie se vi vengono puntate in faccia attraverso le finestre di casa) e che in natura avete anche dei predatori come i gufi, che possono prendervi in volo, ma anche le donnole e le marmotte, che possono raggiungere il vostro nido (se è troppo in basso) e uccidervi nel sonno. Alla luce di questo, appare chiaro che non è che i pipistrelli facciano gli snob con la vostra casetta di legno, è solo che per loro essere esigenti sulla scelta del luogo di residenza è una questione di vita o di morte. Tutto qui.

Bat Box piena, ma…

Attenzione però: se i pipistrelli si convincono ad insediarsi nella bat box, questo non basta da solo a risolvere il problema delle zanzare nel vostro giardino e in casa. I pipistrelli si nutrono ANCHE di zanzare, non è che mangiano solo quelle.

Gli incredibili risultati che parlano di un solo pipistrello che divora centinaia se non di migliaia di zanzare ogni notte sono stati condotti in ambienti protetti, dove c’erano solo pipistrelli affamati e tante, tante zanzare. Anche un essere umano potrebbe mangiare chili e chili di pop corn al giorno, se nel mondo ci fossero solo quelli, ma se d’improvviso comparissero anche pomodori, carne e pasta, magari approfitterebbe per farsi un ragù. Se i pipistrelli si sono trasferiti nella bat box, quindi, di certo contribuiranno a ridurre il numero di zanzare nelle immediate vicinanze, ma certo non saranno loro a risolvere il problema.

Risultato? Se avete acquistato la bat box perché da sempre sognavate di avere una famigliola di pipistrelli come vicini di casa, allora potrete finalmente gioire, ma se l’avevate fatto sperando di non essere più punti durante le vostre cene in giardino allora dovrete ammettere che – almeno in parte – la bat box non ha funzionato.

Per risolvere il problema delle zanzare dovrete fare necessariamente ricorso a rimedi più efficaci, come trappole, repellenti, e soprattutto un’attenta opera di prevenzione tesa ad eliminare del tutto ristagni d’acqua grandi e piccoli che potrebbero essere usati per deporre le uova.

  • 3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *