Abbiamo compiuto il giro di boa di Maggio e il meteo zanzare resta tendenzialmente benevolo. L’ondata di freddo e precipitazioni – soprattutto a carattere temporalesco – che ha colpito e continuerà a colpire l’Italia nei prossimi giorni rimanderà l’arrivo delle temperature estive e ha il merito di mettere in stand by la proliferazione delle zanzare.

Nulla di nuovo per quanto riguarda l’indice potenziale di infestazione previsto nella mappa d’Italia della prossima settimana, in cui le zone più a rischio resteranno le isole e le coste tirreno-adriatiche della penisola.

Una buona notizia, insomma, che tutti dovremo essere bravi a non trasformare in una catastrofe. Da un lato infatti il problema è solo rimandato (con buona pace di tante amministrazioni locali, come ad esempio quella di Roma, che come al solito si stanno muovendo in ritardo sul fronte zanzare), ma dall’altro l’accumulo di acqua piovana al termine di questa inaspettata “primavera autunnale” sarà un toccasana, assieme alle temperature in rialzo, per le possibilità di sviluppo delle zanzare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *