Il nostro impegno nella lotta alle zanzare, iniziato ormai diversi anni fa, ci ha portato a recensire per i nostri lettori tantissimi prodotti, dalle classiche reti zanzariere alle pasticche larvicide, passando ovviamente per i repellenti sviluppati in laboratorio che ad oggi rappresentano le migliori armi di difesa se si vuole sperare di non essere punti. Nel corso degli anni, però, sempre più lettori ci hanno scritto chiedendoci informazioni su quali rimedi naturali oppure omeopatici esistessero contro le zanzare, così abbiamo deciso di ampliare le nostre pagine, prima inserendo una disamina dei migliori oli essenziali antizanzare (che trovate qui) e poi scrivendo questo articolo che state leggendo.

Omeopatia e Zanzare

PREMESSA: come sempre, parlando di omeopatia, si entra in un ambito spesso bistrattato dai puristi del metodo scientifico. Dal nostro punto di vista è opportuno ricordare che la guerra alle zanzare include già adesso armi la cui efficacia non è mai stata confermata da studi scientifici (vedi ad esempio i dubbi sui dispositivi a ultrasuoni), ma solo sostenuta da alcuni consumatori in base alla loro esperienza diretta, senza considerare che, anche in caso di evidenze scientifiche (ad esempio le proprietà antizanzare di alcune piante), all’atto pratico nessun rimedio offre la garanzia di non essere punti.

Come nei casi sopra citati, dunque, ci limiteremo a fare il punto della situazione sui principali rimedi antizanzare offerti dall’attuale omeopatia, che – lo ricordiamo per i meno esperti – è una medicina alternativa, raccomandandovi caldamente, per quanto riguarda la scelta del prodotto e il suo dosaggio, di rivolgervi al vostro farmacista omeopata di fiducia.

Principali Rimedi

Prevenzione

Il più noto e riferito rimedio omeopatico contro le zanzare è il Ledum Palustre (qui trovate tutte le info), una pianta con proprietà antizanzare dalla quale si ricavano granuli che si consiglia di iniziare ad assumere quotidianamente e in piccole dosi per via orale già un mese prima dell’estate, con lo scopo di modificare l’odore della nostra pelle (ma solo per le zanzare, mentre per noi il cambiamento è impercettibile) e allontanarle. Si tratta dunque di un rimedio preventivo, ma in caso di emergenza può essere aumentata la dose per ottenere lo stesso risultato in tempi più brevi.

In caso di puntura

E se invece siamo stati punti? In questo caso, chi cerca un rimedio omeopatico per le punture di zanzara può usare una crema a base di calendula, un bellissimo (e commestibile) fiore che possiede delle incredibili proprietà lenitive, al punto che viene usato anche per curare le scottature o le escoriazioni. Potete spalmare sulla zona della puntura un sottile strato di crema due volte al giorno, in modo da ridurre il dolore e il gonfiore della puntura.

Allo stesso modo, potete anche scegliere Ciderma, una pomata indicata anche per il trattamento di ferite o eritemi solari.

16,50€
disponibile
1 nuovo da 16,50€
Ultimo aggiornamento il 19 Novembre 2019 2:45

Infine vi invitiamo a leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *