Tra i rimedi naturali contro le zanzare, uno di quelli che riscontra maggior interesse è senz’altro il repellente spray fatto in casa. Realizzarlo è piuttosto semplice, visto che per la maggior parte è fatto di acqua, alla quale vanno aggiunti pochi altri elementi (in piccole quantità), perciò risulta anche particolarmente economico.

Vediamo come realizzare la ricetta, per la quale si trovano anche tanti video su Youtube.

Spray antizanzare con oli essenziali

Ingredienti

  • 24 gr di acqua distillata
  • 20 gr di alcool
  • 5 gr di glicerina vegetale
  • 20-30 gocce di olio essenziale di citronella
  • 10-20 gocce di un altro tra gli oli essenziali antizanzare.

Mescolate il tutto in un contenitore e mettete il liquido in un vaporizzatore. Per completezza qui vi mostriamo il video di “Fatto in casa con Benedetta

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Ora che avete il vostro spray, in caso di bisogno potete usarlo sulla pelle vostra e quella dei vostri bambini (in questo caso però di tenere al minimo la quantità di gocce degli oli essenziali, che sono molto concentrati e potrebbero causare irritazioni). Oltre all’azione antizanzare, la pelle resterà morbida ed idratata grazie alla glicerina.

Inoltre potete usare lo spray su tende, cuscini, lenzuola, reti zanzariere, finestre e persino sul comodino. Il concentrato ha un profumo intenso, quindi bastano pochi spruzzi. Se avete paura che l’olio essenziali lasci delle macchie sui tessuti, potete usare qualche goccia di olio essenziale su dei fazzoletti o su delle strisce di stoffa da sistemare in diversi punti della camera. Potete anche usare le strisce di stoffa come braccialetti o cavigliere antizanzare.

Posso evitare l’alcool?

Alcuni ci hanno chiesto se l’alcool è strettamente necessario o se esistono delle alternative al suo impiego nella ricetta. In realtà l’alcool è molto utile per disciogliere gli oli e poterli mescolare con l’acqua (in alternativa si potrebbe usare un po’ di sapone di Marsiglia per emulsionare gli oli, ma non sarebbe un toccasana sulla pelle). La piccola quantità di alcool presente nella ricetta è utile anche per far evaporare più velocemente il prodotto dopo averlo spruzzato sulla pelle.

Se però volete a tutti i costi fare a meno dell’alcool, vi consigliamo di realizzare non un semplice spray, ma un vero e proprio olio antizanzare.

Olio antizanzare Fai da Te

In questo caso non andremo a diluire gli oli essenziali nell’acqua (con l’aiuto dell’alcool) ma useremo come base un altro olio, dal profumo il più neutrale possibile in modo che non vada a compromettere la funzione di repellente per zanzare.

Ingredienti

  • 20-30 gocce di olio essenziale (se usate più oli non superate le 30 gocce in totale)
  • 50 ml di olio di base (ad esempio olio di mandorle dolci)

Per l’olio di base potete usare anche olio di jojoba, olio d’oliva e persino l’olio di Neem, che è un potentissimo repellente anti insetti (anche se il suo odore non è molto apprezzato). Usate poche gocce del composto finale sulle zone più esposte alle punture (ad esempio piedi e caviglie).

Ma funziona?

In un mondo in cui nessun repellente, nemmeno quelli appositamente sviluppati in laboratorio, garantisce di passare l’estate al riparo dalle punture, sono molte le persone che si domandano se uno spray antizanzare fatto in casa sia davvero efficace. A questo proposito è opportuno sottolineare come le varie ricette che vi abbiamo elencato sopra abbiano in comune la presenza di oli essenziali. Sono infatti questi i veri elementi con proprietà repellenti, mentre acqua, glicerina, alcool e altri oli naturali servono solo come diluenti o danno comunque da contorno. Ne consegue che l’efficacia di uno spray del genere è legata a quella degli oli essenziali utilizzati nella composizione.

Nonostante ci siano persone che affermano di aver risolto il problema delle zanzare con un prodotto del genere, ricordiamo che l’azione repellente dei prodotti naturali antizanzare è mediamente blanda, diversa da individuo a individuo, e nel migliore dei casi richiede diverse applicazioni nel corso della giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *