Pochi giorni fa, il sito Altroconsumo.it, che tra i vari servizi offerti ai consumatori si occupa di analizzare e verificare la qualità di tantissimi prodotti disponibili sul mercato, ha passato in rassegna i prodotti anti zanzare.

Tra zanzariere, oli essenziali, apparecchi a ultrasuoni e batbox (le casette per i pipistrelli), sono tantissime le proposte contro le zanzare, ma non tutte ugualmente efficaci. Vediamo come i diversi rimedi se la sono cavata con l’analisi di Altroconsumo.

PREMESSA: I risultati dei test di Altroconsumo sui singoli repellenti provati sono riservati ai soci dell’organizzazione, qui vi presentiamo invece il parere del sito sui vari rimedi in generale.

Ledum Palustre

La più famosa lozione naturale a base di Ledum Palustre è utilizzata in omeopatia come repellente contro gli insetti, in virtù della sua capacità di alterare l’odore della cute, rendendola non appetibile per gli insetti. Purtroppo, come in tutti i casi in cui abbiamo a che fare con soluzioni omeopatiche, non esistono conferme scientifiche sulla sua efficacia, perciò se volete provarla non potete aspettarvi risultati garantiti.

Vitamine

Tra i rimedi contro le zanzare, alcune persone scommettono sul consumo di alimenti che contengono alte concentrazioni di vitamine B1, B6 e C, che sarebbero in grado di alterare l’odore della propria pelle. Anche in questo caso non esistono garanzie sul fatto di non essere punti.

Ultrasuoni

La maggior parte degli studi condotti sulle zanzare sono concordi nell’affermare che queste siano attratte esclusivamente dall’odore della nostra pelle e dalle emissioni di anidride carbonica, come pure sostengono che le zanzare non abbiano udito. Di conseguenza, secondo Altroconsumo i dispositivi a ultrasuoni sarebbero assolutamente inefficaci (come nel caso delle app antizanzare), e peggio potrebbero arrecare disturbo agli animali domestici e persino all’uomo. In rete, invece, è possibile trovare le testimonianze di alcune persone che hanno acquistato questi prodotti e che l’hanno provate, con successo, in ambienti piccoli.

Se avete ancora dei dubbi, vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento sui dispositivi antizanzare a ultrasuoni, che trovate a questa pagina.

Oli Essenziali

Funzionano, ma per poco: se utilizzati all’aperto, come ad esempio nel caso di candele di citronella, fungono da barriera per una porzione di spazio ed un tempo limitati. Se spruzzati sulla pelle, il loro effetto generalmente svanisce entro una mezz’ora dall’applicazione. E bisogna ricordare che, sebbene siano un rimedio naturale al 100%, gli oli essenziali possono comunque contenere allergeni.

Bat Box

I pipistrelli mangiano migliaia di zanzare, ma non è detto che – pur seguendo tutti i consigli per installare correttamente una bat box su un albero vicino casa – questi decidano di insediarsi nella loro nuova casa.

Insomma, gli esperti di Altroconsumo sono d’accordo nel ritenere che i rimedi più efficaci contro le zanzare consistono nei repellenti ad hoc, contenenti Icaridina, Deet e IR3535.

NB: I risultati dei test di Altroconsumo sono disponibili solo per i soci, per conoscere il giudizio sui diversi repellenti testati vi consigliamo di rivolgervi direttamente sul sito Altroconsumo.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *